Spam in aumento: ecco i dati della mia casella email

Sono consapevole di essere uno psicopatico, ma conservo tutte le mail ricevute negli ultimi anni, spam compreso e catalogato diligentemente per anno/mese. Ho quindi a disposizione una semplice statistica da cui noto che i messaggi indesiderati che ricevo dal 2005 a oggi sono in costante crescita:

Andamento dello spam dal 2005 al 2007

Dopo un picco dei primi mesi del 2005, seguito da un periodo di calma apparente fino a dicembre, gli ultimi due anni hanno visto un andamento in crescita pressochè costante. Sono ormai 5 mesi che la mia casella e-mail non scende sotto i 5000 messaggi di spam al mese. Non sono milioni, ma superano di gran lunga le e-mail buone.

Fortunatamente il filtro bayesiano di Thunderbird mi è di grande aiuto: alla luce di tutto questo mi sento di aggiungere ai propositi per il 2008 l’implementazione di un buon servizio antispam sul successore del piccolo Cobain. Dopo una prima scrematura, il candidato ideale a svolgere questo compito mi sembra DSpam, ma mi riprometto di documentarmi e documentare il tutto.

This entry was posted in Senza categoria and tagged , , . Bookmark the permalink.

11 Responses to Spam in aumento: ecco i dati della mia casella email

  1. Pingback: diggita.it

  2. stefigno says:

    Si in effetti stavo per definirti psicopatico anche io …. ;)

  3. Luigi says:

    Io ho trovato ottimo Spamihilator. E’ intelligente e veloce. Ne avevo provati diversi prima meno efficienti, ma non DSpam. Non so se può essere ancora migliore.

  4. Matteo says:

    @Luigi:
    Spamihilator è un software (solo per Windows) da installare sul client che analizza la posta prima di passarla al “vero” client di posta.

    Quello che intendo installare è un sistema antispam che stia sul server e intervenga prima che la posta venga scaricata dal client. Il principio, comunque, è lo stesso: si tratta sempre di filtri bayesiani (come quelli utilizzati nativamente da Thunderbird), cambia solo il momento in cui vengono applicati e, di conseguenza, la quantità di dati scaricati dal server.

  5. Luigi says:

    Grazie per la precisazione. Proverò ad esplorare anch’io questa possibilità con DSpam.

  6. invincibile says:

    invece di filtrare lo spam leggilo così con i vari enlarge your penis magari anche la tua donna sarà più felice

  7. Matteo says:

    @invincibile:
    Fino a oggi l’ho letto e catalogato, ma non avendo visto risultati apprezzabili ho deciso di filtrarlo. :)

  8. diablo666 says:

    A lavoro arrivo a quasi 100 email di spam al giorno, stanno diventando veramente frustranti, mi sa che prima o poi a causa di sti coglionazzi, non useremo più le email per comunicare (cosa che a dire il vero faccio ormai da anni), finiremo ad usarle solo come accumulo di schifezze o iscrizioni varie a siti o altro.

  9. napoleone says:

    il barbiere è sempre lo stesso? saluti

  10. Matteo says:

    @napoleone:

    Si, il colpevole è sempre lui. :)

  11. Pingback: Prezzo del gasolio: +20% in 16 mesi - Matteo Moro