La strada verso la dittatura

La giornata di ieri è stata particolarmente traumatica per la democrazia. ho letto due notizie che mi hanno convinto del fatto che l’Italia abbia ormai imboccato la strada verso una pericolosa dittatura:

  • L’avvocato inglese David Mills è stato condannato (in primo grado, ci sono ancora due gradi di giudizio) per corruzione: pare che abbia ricevuto 600.000$ per testimoniare il falso in due processi. Se c’è un corrotto, ci sarà anche un corruttore: tale presunto personaggio è però protetto dal cosiddetto “lodo Alfano“, in quanto capo del governo italiano, e non può essere processato. A completare un quadro già grottesco, Mills dovrà risarcire 250.000€ alla presidenza del consiglio: gli restituisce i soldi.
  • Gabriella Carlucci, dopo l’esperienza con legge Urbani del 2004 e la querelle da pseudo-scienziata con il fisico Luciano Maiani, insiste a proporre leggi per tentare di imbavagliare gli utenti della rete Internet: non c’è ancora niente di ufficiale, ma leggendo le prime indiscrezioni mi sembra che possa trattarsi di qualcosa di spaventoso.

Nel frattempo, l’ultimo atto di Walter Veltroni da segretario del PD è riuscito ad oscurare entrambe le notizie. Tanto per concludere in bellezza un’avventura nata male e finita peggio.

This entry was posted in Senza categoria and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

16 Responses to La strada verso la dittatura

  1. Io sono molto preoccupato e credo la strada verso la dittatura sia tracciata da tempo. Se prima l’opposizione era un po’ in “ombra” ora non c’è più proprio e ci sono molte elezioni amministrative alle porte.

  2. Pingback: Vita di un IO » Blog Archive » Nel Paese in cui il Presidente del Consiglio non può essere un corruttore

  3. Ceci says:

    E’ da parecchio che ci si accorge che la democrazia sta lentamente scomparendo. Quella che viviamo è una finta democrazia perchè l’intero potere è nelle mano dell’attuale governo che tuttavia è stato eletto democraticamente e, di fatto, la vera opposizione è inesistente.
    Il caso Mills (e non solo questo) dimostra chiaramente come stanno le cose e il Lodo Alfano è arrivato, guarda caso, al momento opportuno, ma la maggioranza del popolo italiano preferisce chiudere occhi ed orecchie ed accettare passivamente i “tranquilli…va tutto bene” e i “metterò io a posto l’Italia” piuttosto che affrontare e decidere altrimenti. L’unico mezzo che la gente comune ha a disposizione per cambiare le cose è il voto, ma se il partito da votare è unico (perchè di fatto gli altri o sonnecchiano o dormono del tutto) come deve agire l’elettore?
    Chiude gli occhi e le orecchie davanti ai problemi e li riapre prontamente davanti ai “Grande fratello”, agli “Uomini e donne”, alle varie “Isole dei famosi”, dormendo sonni tranquilli fino alla prossima mazzata… ammesso che si accorga del suo arrivo.

  4. Bisognerebbe invocare un bel meteorite con coordinate precise !!

    Intanto, mi vendico come posso…. http://www.artgatt.net/Images/world_map.jpg

    :D

  5. Pingback: ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!

  6. Pingback: diggita.it

  7. Pingback: notizieflash.com

  8. Sonia says:

    Io mi chiedo che cosa ci faccia la Carlucci al governo? e con lei tanti altri…La risposta ce l’ho, ma è molto triste…

  9. Federica says:

    Ormai, è da tanto che si sente scarsità di democrazia…da affermazioni post- onda di trasmissioni, a leggi e quant’altro…..sarebbe bello sperare nella nascità di un Obama Italiano…ma la vedo dura..dovremo accontentarci di Bersani…^_^

  10. Infatti grazie agli altri due gradi la cifra da risarcire potrà esse elevata fino a 600.000 così il sigor B. potrà pareggiare i conti.

    Mils condannato, Veltroni si dimette qualcuno si doveva pur dimettere, no?

  11. Matteo says:

    @Michele:
    La ricerca video non dà risultati, quella relativa agli articoli dà tre vecchi post. Il primo è la dichiarazione di Mills secondo cui non avrebbe mai ricevuto regali da Mr.B: http://www.tg5.mediaset.it/cronaca/articoli/2006/02/articolostampa876.shtml

    Andiamo bene…

  12. Federico says:

    Maledetto, maledetto maledetto. Dico io, muore tanta brava gente perchè lui campa ancora? Beh dopo ci saranno figli, nipoti… che mondo di merda. Dobbiamo riprenderci la nostra libertà.

  13. Lorenzo Picco says:

    MA io mi chiedo: perchè la gente non si incazza??? lo schifo è sotto gli occhi di tutti, che sian di destra o di sinistra, lo schifo lo si vede bene…a volerlo vedere.a meno che la gran parte degli italiani(giovani soprattutto!!) non sia lobotomizzato da infimi palinsesti tv, vane promesse elettorali(bi-partisan) e livello culturale radente l’indecenza…..ops forse mi son dato la spiegazione! a forza di raschiarlo il fondo del barile l’abbiam già trapassato. sotto quanto fango bisogna andare prima che la gente si svegli?!?! io sono mooooolto sfiduciato.

  14. donato says:

    beh,il punto e che questa strada verso la dittatura e stata imboccata da taaaaaaaaaanto tempo,basti vedere licio leggi e il suo adepto silvio,il bello e che tutte ste cose se le vuoi sapere devi cercartele su internet o magari devi sentire qualcosa di travaglio etc che il signor silvio vorrebbe togliere dalla tv,e ora si preoccupa anche di internet,la sinistra e solo un opposizione di facciata (come era previsto nel piano del P2),l’unica vera opposizione ora e quella di di pietro che viene continuamente preso per il culo dalle tv (guardacaso chissa di chi son) diamogli supporto!e veramente la forma moderna di “resistenza”,andatevi a vede i vari blog di travaglio di pietro and co!

  15. Pingback: Vita di un IO » Blog Archive » Carlucci e Barbareschi stanno per fregarci?